Photo: Delfino Sisto Legnani. Courtesy Fondazione Prada

L’Accademia dei Bambini è il primo progetto della Fondazione Prada dedicato all’infanzia.
Il progetto è stato ideato da Giannetta Ottilia Latis, neuropediatra, che ne ha posto le basi teoriche ed operative e ne cura i progetti e i contenuti. L’allestimento architettonico è stato progettato in collaborazione con un gruppo di giovani studenti dell’École nationale supérieure d’architecture de Versailles guidati dai loro insegnanti Cédric Libert ed Elias Guenon. Il risultato è uno spazio capace di assumere fisionomie diverse adattandosi ai programmi che vi verranno svolti.

L’Accademia dei Bambini è un luogo adatto allo svolgersi di attività multidisciplinari non strettamente collegate alle mostre d’arte, ma aperto al dialogo intergenerazionale e al dibattito relativo alle basi pedagogico-culturali del vivere un’esperienza di gioco, di creatività, di apprendimento e di scambio. L’Accademia propone attività libere assieme ad attività di laboratorio condotte da maestri di volta in volta diversi: architetti, pedagoghi, artisti, scienziati, registi. Maestri che desiderino non solo insegnare o suggerire tecniche ma acquisire a loro volta nuovi stimoli suggeriti dai bambini.

Le attività dei laboratori, proposti ciclicamente da diversi maestri provenienti da ambiti diversi tra loro, sono successivamente sviluppate da un gruppo di educatori, coordinati da Marta Motterlini, esperta in didattica museale.

__________________________________________________________

L’Accademia dei Bambini presenta alla Fondazione Prada a Milano “Burattini, marionette… robot e bambini veri”, un progetto di laboratori didattici e incontri sul tema dell’empatia dei bambini nei confronti dell’oggetto animato e del rapporto empatico tra esseri umani.

Dopo “Marionette” della Compagnia Carlo Colla e Figli e “Un robot per amico” di Massimo Sirelli il percorso si conclude con “A che gioco giochiamo?” a cura dell’Accademia dei bambini.

A partire da metà marzo iniziano i laboratori: “Segni – tracce – scritture”. Il primo ciclo è ideato e condotto da Chen Li, artista e calligrafa di origine cinese. Insieme all’artista i bambini scopriranno il grande mondo dei segni, da millenni ancora capace di affascinarci con il loro misterioso potere.

Progetti speciali

Calendario Laboratori