Photo: Delfino Sisto Legnani. Courtesy Fondazione Prada

L’Accademia dei Bambini è il primo progetto della Fondazione Prada dedicato all’infanzia.
Il progetto è stato ideato da Giannetta Ottilia Latis, neuropediatra, che ne ha posto le basi teoriche ed operative e ne cura i progetti e i contenuti. L’allestimento architettonico è stato progettato in collaborazione con un gruppo di giovani studenti dell’École nationale supérieure d’architecture de Versailles guidati dai loro insegnanti Cédric Libert ed Elias Guenon. Il risultato è uno spazio capace di assumere fisionomie diverse adattandosi ai programmi che vi verranno svolti.

L’Accademia dei Bambini è un luogo adatto allo svolgersi di attività multidisciplinari non strettamente collegate alle mostre d’arte, ma aperto al dialogo intergenerazionale e al dibattito relativo alle basi pedagogico-culturali del vivere un’esperienza di gioco, di creatività, di apprendimento e di scambio. L’Accademia propone attività libere assieme ad attività di laboratorio condotte da maestri di volta in volta diversi: architetti, pedagoghi, artisti, scienziati, registi. Maestri che desiderino non solo insegnare o suggerire tecniche ma acquisire a loro volta nuovi stimoli suggeriti dai bambini.

Le attività dei laboratori, proposti ciclicamente da diversi maestri provenienti da ambiti diversi tra loro, sono successivamente sviluppate da un gruppo di educatori, coordinati da Marta Motterlini, esperta in didattica museale.

Una serie di laboratori gratuiti condotti da Eugenio Colla e Piero Corbella della storica Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli è in programma dal 10 settembre al 23 ottobre. Durante i laboratori i bambini e gli adulti guidati dai maestri esplorano tecniche e stili per la costruzione di burattini e robot, e negli spazi dell’Accademia dei Bambini sono inoltre proiettati documenti video dall’archivio storico della Compagnia.

Giovanbattista Colla, un ricco commerciante, aveva adibito per divertimento una sala del palazzo a teatro di marionette. Egli fu costretto a lasciare Milano agli inizi dell’Ottocento, e gli spettacoli di marionette divennero l’attività principale della famiglia. Nel 1861 i figli Antonio, Carlo e Giovanni diedero vita a tre diverse compagnie. Nasce così la Compagnia Marionettistica Carlo Colla & Figli.
Nel 1889 Carlo II, maggiore dei figli, sostituì il padre quale direttore, affiancato dai fratelli Rosina, Giovanni e Michele. Nel 1906 la Compagnia approda al Teatro Gerolamo di Milano e, nel 1911, diventa Teatro Stabile delle Marionette. Costretti a lasciare il Gerolamo nel 1957, i Colla restano inattivi fino al 1965 anno in cui Eugenio Monti Colla riprende l’attività di famiglia. L’Associazione Grupporiani, dal 1984, cura e gestisce l’attività della Carlo Colla & Figli e ne produce e distribuisce gli spettacoli.

Negli ultimi quarant’anni sono oltre settanta le città in tutto il mondo in cui la Compagnia è stata presente, in Europa, Stati Uniti, Russia, Cina, Corea del Sud, Australia e Sud America. Dal 2000, su invito del Direttore Sergio Escobar, la Compagnia collabora stabilmente con il Piccolo Teatro di Milano nell’ambito di un “gemellaggio” che nasce da sinergia di intenti e presenta le proprie produzioni nelle sale del Piccolo. Al contempo prosegue la sua programmazione all’Atelier Carlo Colla & Figli di Via Montegani.

È prevista per la fine del 2016 l’apertura, in collaborazione con il Comune di Milano, del nuovo Museo del Teatro di Figura di Milano, che sarà gestito dall’Associazione Grupporiani. L’archivio gestito dall’Associazione Grupporiani è candidato dall’Italia per l’inserimento nel Registro della Memoria del Mondo UNESCO nell’ambito della Rete degli Archivi di Teatro di Figura UNIMA ITALIA.

Progetti speciali

Calendario Laboratori