FONDAZIONE PRADA – ATTIVITÀ (1993 – 2016)

24 mostre personali nella sede di Milano dal 1993 al 2010 ideate per gli spazi della Fondazione da artisti italiani e internazionali: Eliseo Mattiacci (1993), Nino Franchina (1993), David Smith (1995), Anish Kapoor (1995), Michael Heizer (1996), Louise Bourgeois (1997), Dan Flavin (1997), Laurie Anderson (1998), Sam Taylor-Wood (1998), Mariko Mori (1999), Walter De Maria (1999), Marc Quinn (2000), Carsten Höller (2000), Enrico Castellani (2001) Barry McGee (2002), Tom Friedman (2002), Andreas Slominski (2003), Giulio Paolini (2003), Francesco Vezzoli (2004), Steve McQueen (2005), Tom Sachs (2006), Tobias Rehberger (2007), Nathalie Djurberg (2008), John Baldessari (2010)

3 progetti di architettura nella sede di Milano dal 2001 al 2011: “Herzog & de Meuron, OMA/AMO Rem Koolhaas. Projects for Prada. Works in Progress” (2001); “Unveiling the Prada Foundation” (2008); “Rotor: Ex Limbo” (2011)

2 progetti speciali realizzati per la città di Milano: installazione permanente di Dan Flavin per Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa (1997); “Dal Vivo” di Laurie Anderson in collaborazione con la Casa Circondariale – Milano San Vittore (1998)

4 mostre personali presentate a Venezia dal 1995 al 2009: “Mark di Suvero a Venezia”, Venezia (1995); “Francesco Vezzoli. Trilogia della morte”, Fondazione Giorgio Cini, Venezia (2005); Thomas Demand “Processo Grottesco” e “Yellowcake”, Fondazione Giorgio Cini, Venezia (2007); “John Wesley”, Fondazione Giorgio Cini, Venezia (2009)

5 mostre collettive nella sede di Venezia dal 2011 al 2015: “Fondazione Prada_Ca’ Corner” (2011); “The Small Utopia. Ars multiplicata” (2012); “When Attitudes Become Form: Bern 1969/Venice 2013” (2013); “Art or Sound” (2014); “Portable Classic” (2015)

14 mostre temporanee nella nuova sede di Milano da maggio 2015: “Serial Classic”; “An Introduction”; “In Part”; “Trittico”; “Gianni Piacentino”, “Recto Verso”, “Goshka Macuga: To the Son of Man Who Ate the Scroll” (2016), “L’image volée” (2016); “Kienholz: Five Car Stud” (2016); “Nástio Mosquito: T.T.T.-Template Temples of Tenacity” (2016); “Theaster Gates: True Value” (2016); “Betye Saar: Uneasy Dancer” (2016); “William N. Copley” (2016); “Slight Agitation 1/4: Tobias Putrih” (2016)

4 progetti permanenti nella nuova sede di Milano da maggio 2015: Robert Gober / Louise Bourgeois; “Processo grottesco”; Bar Luce; Accademia dei Bambini

6 progetti speciali dal 1995 al 2014: “Angelo Savelli”, Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato (1995); “Foujita. Un artista giapponese alla Scala”, Prada Aoyama Epicenter, Tokyo (2003); Carsten Höller, “The Double Club”, Londra (2008-2009); Nathalie Djurberg, “Turn into Me”, Prada Trasformer, Seul (2009); Francesco Vezzoli “24h Museum”, Palais d’Iéna, Parigi (2012); “Auguste Perret, Huit Chefs d’œuvre !/?”, Palais d’Iéna, Parigi (2013-2014)

14 progetti cinematografici dal 2004 al 2015: “Tribeca Film Festival alla Fondazione Prada”, Milano, (2004); “Italian Kings of the Bs. Storia segreta del Cinema Italiano 1949-1976”, Milano (2004); “Italian Kings of the Bs. Storia Segreta del Cinema Italiano”, 61. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, La Biennale di Venezia, Venezia (2004); “Italian Kings of the Bs”, Tokyo FILMeX, Tokyo (2004); “Storia Segreta del Cinema Asiatico”, Milano (2005); “Italian Kings of the Bs. Storia segreta del Cinema Italiano 1949-1976” e “Storia Segreta del Cinema Asiatico”, 62. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, La Biennale di Venezia, Fondazione Giorgio Cini e Lido, Venezia (2005); “A Centenary of Chinese Film”, Film Society of Lincoln Center, New York (2005); “Italian Kings of the Bs. Storia segreta del Cinema Italiano 1949- 1981”, Tate Modern, Londra (2006); “Storia Segreta del Cinema Russo”, 63. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, La Biennale di Venezia, Venezia (2006); “Storia Segreta del Cinema Russo”, Milano (2007); “Roman Polanski: My Inspirations” (2015); “SPIRITI” di Ila Bêka e Louise Lemoine (2015); “Flesh, Mind and Spirit” (2016); “Belligerent Eyes | 5K Confinement” (2016)

2 progetti di arti performative: “Atlante del gesto” di Virgilio Sieni (2015); “Attraverso i muri di bruma” di Billy Cowie (2016)

3 mostre personali presentate all’estero dal 2000 al 2002: “Mariko Mori Dream Temple”, Rooseum, Malmö (2000); “Mariko Mori Pure Land”, Museum of Contemporary Art, Tokyo (2002); “Enrico Castellani”, Kettle’s Yard, Cambridge (2002)

2 convegni internazionali multidisciplinari dal 2002 al 2006: “La sfida” in collaborazione con la Casa Circondariale – Milano San Vittore (2002); “Art and Icon” (2006)

3 conferenze di filosofia in collaborazione con l’Università Vita-Salute San Raffaele: “La Filosofia di fronte alla Storia: ripensando l’11 settembre” (2005); “Arte e Terrore” (2005); “Dialogo filosofico sul pensiero del XX secolo tra Europa e Giappone” con il Centro di Filosofia dell’Università di Tokyo (2005)

49 pubblicazioni: 34 cataloghi; 9 numeri della serie Quaderni della Fondazione Prada; 4 libri di architettura; gli atti del convegno “La sfida” e “Tribeca Talks”

Cattedra Fondazione Prada di Filosofia Estetica, titolare Prof. Massimo Cacciari, presso l’Università Vita-Salute San Raffaele (2003-2006)

Curate, premio curatoriale internazionale organizzato con Qatar Museums Authority (2013-2015)