21 Ott 2023 20:30

Sabato 21 ottobre il regista Michele Soavi incontra il pubblico in occasione di un talk animato da Manlio Gomarasca. In questa occasione sono proiettati i suoi film culto Deliria (1987) e Dellamorte Dellamore (1994).

L’evento è parte di #Nocturna, che indaga l’universo del cinema di genere con il supporto della rivista Nocturno

BIOGRAFIA
Attore, sceneggiatore, regista, Michele Soavi entra nel mondo del cinema come aiuto regista di Aristide Massaccesi (in arte Joe D’Amato), Dario Argento e Lamberto Bava. Nel 1987 dirige il suo primo lungometraggio, Deliria, prodotto da Joe D’Amato e vincitore del gran premio al Festival di Avoriaz. Segue La chiesa, pellicola dalle ambientazioni gotiche e dall’animo splatter che viene prodotta e scritta da Dario Argento. Nel 1989 lavora come regista della seconda unità di Le avventure del barone di Münchausen di Terry Gilliam, mentre nel 1991 dirige La setta, uno degli apici dell’horror italiano degli anni Novanta, scritto e prodotto ancora una volta da Argento. Nel 1994 gira Dellamorte Dellamore, film tratto dall’omonimo romanzo di Tiziano Sclavi che si ispira all’estetica di Dylan Dog. Dopo un lungo periodo di televisione, torna al cinema con Arrivederci amore, ciao (2006) e Il sangue dei vinti (2008), tratti da romanzi di Massimo Carlotto e Gianpaolo Pansa.
Definito da Quentin Tarantino uno dei registi italiani di maggiore talento, è considerato il degno erede di Dario Argento.