Cinema Godard, Talk con Anton Corbijn, Ph. Patrick Toomey Neri

#Sonic esplora le molteplici connessioni possibili tra musica e immagini in movimento. Sabato 2 marzo il regista di culto Anton Corbijn presenta i suoi più recenti lungometraggi Squaring the Circle: The Story of Hipgnosis (2022) e Depeche Mode: Spirits in the Forest (2019) e incontra il pubblico del Cinema Godard partecipando a una conversazione con il critico Alessandro Stellino.

ANTON CORBIJN
Attore, regista, produttore, sceneggiatore e fotografo, Anton Corbijn è nato nel 1955 a Strijen (Paesi Bassi). Noto per aver immortalato alcuni dei più grandi artisti del nostro tempo come Joy Division, Depeche Mode, Tom Waits, U2, Rolling Stones, Martin Scorsese, Clint Eastwood, Gerhard Richter, Ai Weiwei, Marlene Dumas, si è distinto, nell’ambito della fotografia, per la capacità di riuscire a cogliere con il suo obiettivo il carisma e la personalità dei suoi soggetti. All’inizio degli anni Ottanta è passato con disinvoltura dalla fotografia ai video musicali e da allora ha realizzato oltre ottanta promo per musicisti come U2, Johnny Cash, Arcade Fire, Depeche Mode, Nirvana, Metallica, Nick Cave, Coldplay e The Killers.
Nel 2006 ha iniziato a lavorare al suo primo lungometraggio, Control, sulla vita e la morte di Ian Curtis, cantante dei Joy Division. Da allora Corbijn ha realizzato The American (2010) con George Clooney, La spia – A Most Wanted Man (2014), tratto dal romanzo di John Le Carré con Philip Seymour Hoffman, e Life (2015), film sull’amicizia tra James Dean e il fotografo Dennis Stock. Nel 2023 ha diretto il documentario Squaring the Circle, sull’iconico studio di grafica Hipgnosis e il racconto di alcune delle copertine di album più celebri della storia della musica.